Crea sito

PROTOCOLLO ANTI COVID-19

PREVENZIONE

Tutti i bambini e gli educatori presenti dovranno essere dotati dei dispositivi di sicurezza vigenti (mascherina, guanti, mini-dispencer di igienizzante).
Le disposizioni messe in atto da Junior Camp volgono ad essere prudenti ed organizzate nei minimi dettagli, in ogni caso tutte le decisioni verranno adattate a seconda delle linee guida varate nei prossimi decreti.
Tutti gli operatori e i bambini, avranno accesso al camp estivo solo se in possesso di una dichiarazione in accordo con le competenti autorità sanitarie locali.
In base alle linee guida centri estivi e servizi educativi COVID-19, del Dipartimento per le politiche della famiglia:

Accessibilità:

Il camp estivo sarà circoscritto alla sottofasca di età 6-11, in modo da determinare condizioni di omogeneità fra i diversi bambini accolti.
Le iscrizioni saranno aperte nel sito dell’Associazione Junior Camp e ci sarà la possibilità di prolungare la permanenza entro e non oltre il Mercoledì della settimana precedente. Nel caso di domande superiori alla ricettività prevista, sarà redatta una graduatoria di accesso che tenga conto di alcuni criteri, quali ad esempio:
a) la condizione di disabilità del bambino o adolescente;
 b) la documentata condizione di fragilità del nucleo familiare di provenienza del bambino ed adolescente;
c) il maggior grado di impegno in attività di lavoro da parte dei genitori del bambino ed adolescente.

Standard per il rapporto fra bambini ed adolescenti accolti e spazio disponibile:

Al fine di procedere con la massima cautela e discrezione, in linea con le disposizioni sanitarie vigenti, gli spazi messi a disposizione per lo svolgimento del camp estivo verranno così disposti:
Gli ambienti a disposizione verranno strategicamente suddivisi in nove spazi differenti, ciascuno dei quali comprenderà una delle due macro-aree di riferimento (educativa, ricreativa e didattica e ludico-sportiva).
La suddivisione dei bambini verrà effettuata per fasce d’età, in piccoli gruppi da 7, in modo da permettere di interagire con i coetanei e di rendere più fruibile la struttura delle attività didattiche.
Al termine di ogni attività (della durata di trenta minuti ciascuna) i bambini, suddivisi nei vari spazi, turneranno spostandosi nello spazio successivo, attraverso un corridoio predisposto ad hoc per il passaggio, che permetta a partecipanti ed educatori di spostarsi in sicurezza e di mantenere la relazione tra gli educatori e i piccoli gruppi.
L’utilizzo di piccoli gruppi di età omogenea e degli educatori che si muoveranno con i propri gruppi, ci garantirà un puntuale tracciamento dei bambini.

Principi di igiene :

Considerato che l’infezione virale si realizza per droplets o per contatto, Junior Camp si impegna di educare e di trasmettere ai bambini i sani principi di igiene, forniti dal dipartimento per le politiche della famiglia:
• 1)  lavarsi frequentemente le mani in modo non frettoloso;
• 2)  non tossire o starnutire senza protezione;
• 3)  mantenere il distanziamento fisico di almeno un metro dalle altre persone;
• 4)  non toccarsi il viso con le mani;
• 5)  pulire frequentemente le superfici con le quali si vie a contatto;
• 6)  arieggiare frequentemente i locali. Durante il cambio ambiente, ciascuno spazio e presidio verrà      adeguatamente igienizzato con un detergente neutro e i bambini si dovranno lavare le mani.

I servizi igienici saranno puliti ogni volta che sono stati utilizzati, e disinfettati almeno una volta al giorno con soluzioni a base di ipoclorito di sodio allo 0,1% di cloro attivo o altri prodotti virucidi autorizzati seguendo le istruzioni per l’uso fornite dal produttore.

Triage di accoglienza:

L’ingresso e l’uscita dei bambini presso il camp estivo verrà scaglionato per ordine alfabetico, tenendo in considerazione tutte le eventuali esigenze di ciascun nucleo familiare.
I punti di accoglienza saranno all’esterno della struttura per evitare che gli adulti accompagnatori entrino nei luoghi adibiti allo svolgimento delle attività.
Tutta la struttura sarà organizzata con percorsi obbligatori e postazioni di igienizzazione.
All’ingresso e all’uscita nell’area per ogni bambino ed educatore sarà creata un aerea di accoglienza ove sarà possibile il lavaggio delle mani con acqua e sapone e/o gel igienizzante.
All’accoglienza verrà sottoposto il seguente “triage”:
• 1)  chiedere ai genitori se il bambino o l’adolescente ha avuto la febbre, tosse, difficoltà respiratoria o è stato male a casa;
• 2)  dopo aver igienizzato le mani, verifica della temperatura corporea con rilevatore di temperatura corporea o termometro senza contatto (da pulire con una salvietta igienizzante o cotone imbevuto di alcool prima del primo utilizzo e alla fine dell’accoglienza e in caso di possibile contaminazione, ad esempio se il bambino inavvertitamente entra in contatto con lo strumento o si mette a tossire durante la misurazione).
Questa procedura verrà eseguita anche sull’educatore. 

Accoglienza di bambini con disabilità:

Il camp estivo avrà particolare attenzione e cura alla definizione di modalità di attività e misure di sicurezza specifiche per coinvolgere i bambini con disabilità nelle attività estive.
Il rapporto numerico, nel caso di bambini con disabilità, sarà potenziato integrando la dotazione di educatori nel gruppo dove verrà accolto il bambino, portando il rapporto numerico a 1 educatore per 1 bambino.